Trasferimenti di Proprietà

20 Febbraio 2017
Documenti richiesti per un trasferimento di proprietà Tra privati:
  • Carta d’identità acquirente
  • Carta d’identità venditore
  • Carta di circolazione
  • CDP o foglio complementare oppure CDP-D
  • Foglio o carta di soggiorno in caso di cittadini non ue.
Se vende una società:
  • Carta d’identità acquirente
  • Carta d’identità legale rappresentante o chi ha i poteri di firma
  • Copia visura C.C.I.A in carta semplice entro 6 mesi
  • Carta di circolazione
  • CDP o foglio complementare oppure CDP-D
  • Foglio o carta di soggiorno in caso di cittadini non ue.
  • NB.sono richiesti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione!
Se vende una società ad un’altra società:
  • Carta d’identità legale rappresentante o chi ha i poteri di firma (venditore)
  • Copia visura C.C.I.A in carta semplice entro 6 mesi (venditore)
  • Carta d’identità legale rappresentante o chi ha i poteri di firma (acquirente)
  • Copia visura C.C.I.A in carta semplice entro 6 mesi (acquirente)
  • Carta di circolazione
  • CDP o foglio complementare oppure CDP-D
  • NB.sono richiesti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione!
  • NB:La visura P.R.A.è a pagamento! Prima di vendere o acquistare è consigliabile richiedere la visura P.R.A.
Informazioni Utili:
  • quando si acquista un ‘auto la verifica della revisione é compito dell ‘acquirente.
  • per non incorere in acquisti di veicoli con fermo amministrativo l’ acquirente deve chiedere la visura al pra che non è gratuita e non viene fatta se non richiesta.
  • quando si acquista un ‘auto si prende in visione dell’ auto prima dell ‘acquisto in quanto si acquista come vista e piaciuta..
  • L’Agenzia non é responsabile del pagamento dell’ auto e delle sue condizioni, il pagamento avviene tra la parte che vende e la parte che acquista e non deve essere fatto in nostra presenza
  • Il venditore é responsabile in caso di false dichiarazioni pertanto é tenuto a chiedere il rilascio di una visura pra a pagamento prima della vendita questo anche per essere corretti con la parte acquirente che a sua volta potrebbe essere lei a chiedere la visura prima dell ‘acquisto.
Acquisto da commerciante:
  • L’Agenzia non é responsabile della tempistica di presentazione delle pratiche quando il committente é un commerciante d’auto, in quanto é lui che da il via a portare a termine la pratica.
Venditore di un veicolo sotto fermo amm.tivo:
  • Il venditore é responsabile in caso di false dichiarazioni pertanto é tenuto a chiedere il rilascio di una visura pra a pagamento prima della venditá questo anche per essere corretti con la parte acquirente che a sua volta potrebbe essere lei a chiedere la visura prima dell’acquisto.
1A)Fermo amministrativo per mancato pagamento della cartella esattoriale
    • Il fermo amministrativo è un atto con il quale le amministrazioni o gli enti competenti (Comuni, INPS, Regioni, Stato, ecc.), tramite i concessionari della riscossione, “bloccano” un bene mobile del debitore iscritto in pubblici registri (ad esempio autoveicoli) o dei coobbligati, al fine di riscuotere i crediti non pagati che possono riferirsi a tributi o tasse (può trattarsi di un credito di varia natura, ad esempio, un mancato pagamento IVA, IRPEF, Bollo auto, ICI, ecc.) oppure a multe relative ad infrazioni al Codice della Strada.
    • Iscrizione e conseguenze del fermo amministrativo
    • In caso di mancato pagamento della cartella esattoriale nei termini di legge, il concessionario della riscossione può disporre il fermo dei veicoli intestati al debitore, tramite iscrizione del provvedimento di fermo amministrativo nel Pubblico Registro Automobilistico (PRA).
    • A seguito dell’iscrizione del fermo la disponibilità del veicolo è limitata fino a quando il debitore non saldi il proprio debito e provveda a cancellarne l’iscrizione dal PRA.
          Il veicolo, infatti:
        • non può circolare: se circola è prevista la sanzione;
        • non può essere radiato dal PRA: non può essere demolito od esportato;
        • anche se viene venduto, con atto di data certa successiva all’iscrizione del fermo, non può circolare e non può essere radiato dal PRA.
      Inoltre, se il debitore non paga, il concessionario della riscossione potrà agire forzatamente per la vendita del veicolo.
Informazioni 1A fonte aci.it